FESTIVAL DI MUSICA LITURGICA

Voci, immagini e strumenti; narrazione poetica

La musica sacra non ha tempo ed è, per sua natura, espressione di un’esperienza viva, “qui ed ora”. Una proposta quindi per tutti (fruitori ma anche musicisti e cantori) di vivere momenti di alta bellezza e spiritualità a cui la musica e l’arte introducono. La produzione musicale sacra si può intendere come ricerca di una dimensione “corporea” dello Spirito. Si tratta dunque di una rassegna concertistica che per la sua natura particolare, si presta a diverse modalità di fruizione, dal puro godimento estetico alla riflessione personale, dalla partecipazione devota a quella semplicemente conoscitiva, quindi “per” tutti.
“Nella musica, nel panorama della natura, nel sogno notturno (come scrive nel suo Canto Notturno...Leopardi!), è a qualcosa d'altro che l'uomo rende il suo omaggio, da cui aspetta: lo aspetta. Il suo entusiasmo è per qualcosa che la musica, o tutto ciò che è bello al mondo, ha destato dentro. Quando l'uomo "presente" questo, immediatamente piega l'animo ad attendere l'altra cosa: anche davanti a ciò che può afferrare, attende un'altra cosa; afferra ciò che può afferrare, ma attende un'al-tra cosa.” (Luigi Giussani)







INGRESSO LIBERO

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.